venerdì 13 novembre 2009

cosa faresti per...



Cosa faresti per un bacio?

Un bacio che ti scioglie le ossa e ti rimescola il cuore...un bacio che ti ricorda che sei una donna piena di vita e d'amore da dare, ma anche che hai un cuore grande che di amore ne può ricevere, senza soffocare.

Un bacio pieno di promesse da dimenticare, di scuse da non accettare, di un perdono in cui sperare.

Un bacio che profuma di corpi nudi, di libertà, si sogni che vorresti confidare stanca, in un sussurro.

Un bacio monello, che chiede più di quel che concede, che ti intorpidisce i muscoli e la mente.

Cosa faresti, per un bacio così?

Io lascerei la mia terra, la mia famiglia, i platani del mio giardino, i sassi del cortile, i miei cani che ho amato più di quanto sia sensato.
Mi priverei di tutto quello che serve a sopravvivere, non avrei più bisogno di mangiare, bere o dormire, notti e giorni sarebbero uguali e così vari da sembrare vite diverse.
Cambierei il mio nome il mio abito e i miei pensieri.
Donerei la mia penna e la mia carta al vento, gli lascerei cancellare i miei ricordi.

Un bacio così, un bacio di fuoco gelido, che non brucia ma arde.

Un bacio che vale un amore.

7 commenti:

teoderica ha detto...

Ciao Prunella, ti ho visto da me e sono venuta a salutarti. A differenza di ciò che scrivi, hai un blog armonioso e lieve.
Il tuo ultimo post, mi intriga e.....sono sicura che ti spiazzo, fino a non molto tempo fa il bacio di Hayez era uno dei miei dipinti preferiti assieme al libro Cime Tempestose ero quindi un' inguaribile romantica.....ora dico quante ca..ate romantiche ci hanno messo in testa a noi donne.....l' amore passionale è sempre una fregatura (Dioniso) va preso a dosi piccolissime molto meglio l' Amore ( Apollo con una spolverata di Dioniso)
Ciao.

Miriam ha detto...

Leggo e rileggo questo post e sembra di volare sognando quel bacio che "non brucia ma arde", questi pensieri sono una favola, che delizia, di baci non mi sazio mai abbastanza, un po' come succede per gli abbracci e se trovo chi va sulla mia lunghezza d'onda è una meraviglia farsi abbracciare abbracciando!
Francamente non capisco chi non ama i baci e gli abbracci, anzi sì, però poverini, vivere in quel modo è una gran tristezza!
Ti mando mille baci!!!

Eva Prunella Grandiflora ha detto...

@Teodorica: Carissima, sono consapevole di quanto siano giuste le tue osservazioni. Il romanticismo è in effetti una specie di veleno per topi non mortale. Credo tuttavia che non riuscirò a disintossicarmi.
Forse è proprio quella mancaza della 'A' che ogni tanto mi avvelena la vita.
Grazie per essere passata. Spero che ritornerai.

@Miriam: l'unico augurio che ti posso fare è di avere sempre un bacio così quando ne avrai bisogno. Io accetto i tuoi mille e li risparmio, perchè la mia carestia è lungi dall'essere finita.
xxx

giardigno65 ha detto...

come dice il poeta :
Ti bacerò nel buio,
senza che il mio corpo tocchi
il tuo corpo.
Abbasserò le tende,
ché neanche la nebbia entri
dal cielo.
Ché nella morte assoluta
di tutto, esista solo,
nuovo mondo, il mio bacio.
Juan Ramòn Jiménez

Eva Prunella Grandiflora ha detto...

Ieri ti ho baciato sulle labbra.
Ti ho baciato sulle labbra.Intense,
rosse.Un bacio così corto
durato più di un lampo,
di un miracolo,più ancora.
Il tempo
dopo averti baciato
non valeva più a nulla
ormai,a nulla
era valso prima.
Nel bacio il suo inizio e la sua fine.
Oggi sto baciando un bacio;
non solo con le mie labbra.
Le poso
non sulla bocca,no,non più
-dov'è fuggita?-
Le poso
sul bacio che ieri ti ho dato,
sulle bocche unite
dal bacio che hanno baciato.
E dura questo bacio
più del silenzio,della luce.
Perché io non bacio ora
né una carne né una bocca,
che scappa,che mi sfugge.
No.
Ti sto baciando più lontano.

Pedro Salinas

Rely ha detto...

ahhh mi hai fatto tornare alla mente quei baci dati e ricevuti che ti provocano le farfalle nello stomaco...che ricordi....;(
kisses ;)

Eva Prunella Grandiflora ha detto...

ehh, il sospiro ci sta carissima...eccome se ci sta...
kisses back ;)