venerdì 11 dicembre 2009

Reboot

La mia vita è una villa tra due mondi: quello pacato e costante della realtà e quello sfrenato e mutevole dell’immaginazione. A volte la realtà è così assurda che l’immaginazione con la regolarità di un metronomo prende il sopravvento e io non so più quale siano l’una e l’altra.

Svitata. E’ quasi un complimento se lo si paragona alla reale condizione psicofisica che accompagna l’affermazione.

Oggi tutto si scardina. La visione si fa rarefatta e tutto diventa nitido, come se ci fosse troppo ossigeno nei miei pensieri, o la sua completa assenza.

Svitata e incoerente. La coerenza è fatta per i monotoni: facciamo un applauso caloroso a coloro che prendono decisioni coerenti e hanno vinto un tir pieno di sterco e la sicurezza che la testardaggine li ha portati a tagliarsi l’erba sotto ai piedi.

Ho detto testardaggine? Beh, volevo dire coerenza. Io il mio tir ce l’ho parcheggiato in garage e l’aroma mi ricorda ogni santo giorno della mia coerenza passata.

Una villa tra due mondi dicevo: il mondo coerente e il mondo svitato.

Nel mondo svitato non si vede mai nessuno in giro mentre ci si cammina dentro ma alla luce della coerenza si scopre quanto sia affollato e ci si chiede come si sia riusciti a muoversi, con tutta quella gente.

Siccome io ci vado spesso a “Svitolandia” ho sviluppato una certa capacità di orientarmi nel non-spazio e non pesto mai i piedi a nessuno, anche se loro spesso li pestano a me e il dolore ormai non mi abbandona quasi più.

Eppure, nonostante tutto, le ore che passo nel mondo svitato sono quelle più belle. Aromi dolci si spalmano nelle mie narici e il loro gusto i insinua sulla mia lingua inebriandomi...per intenderci un misto tra cioccolato fondente e vino passito...La musica che si sprigiona dalle sinossi arrotolate sui marciapiedi di ghiaia rosa è indescrivibile per la sua bellezza, per l’originalità della composizione.

Ogni tanto però vorrei che il mio cuore fosse un nodo di plexiglas, trasparente e impermeabile e vorrei potermelo dimenticare quando non lo vedo, ma i suoi battiti mi assordano e le sue urla mi tolgono il fiato.

Forse verrà un giorno in cui non mi sarà più possibile fare la pendolare tra “Coerentia” e “Svitolandia”.

Se potessi scegliere vorrei che “Coerentia” somigliasse un po’ più a “Svitolandia” o che “Svitolandia” fosse un po’ meno affollata.
Anche un paio di scarpe con la punta rinforzata andrebbero bene, o un dentifricio al gusto di ciliegia.

Magari una nuova vita risolverebbe tutto in un colpo solo...ma come fai a trovartene una nuova se non puoi lasciare quella vecchia perchè non è più solo tua ma ci sono altre due persone con te in subaffitto?

Voglio fare la mia telefonata. non chiamerò l’avvocato credo, ma la pizzeria.
Per me una quattro stagioni...senza capperi.

10 commenti:

giardigno65 ha detto...

a svitolandia i sapori sono migliori ...

Eva Prunella Grandiflora ha detto...

senza alcuna ombra di dubbio.

Miriam ha detto...

...mi sa che anche le pizze a svitolandia sono le migliori in assoluto!Posso averne una anch'io? ma con pancetta affumicata e patate, grazie!
Mi associo al clan...sto cercando dimora.

Eva Prunella Grandiflora ha detto...

se non hai bisogno di tanto spazio ti ospito io ho 1m² a Svitolandia

Miriam ha detto...

Mmmmh, devo cercare il metro, ma dove l'ho messo? non mi ricordo più quanto ho di giro-vita e giro-fianchi. Ma in un mq come ci sto? in piedi, raggomitolata, seduta o in ginocchio? Oh Dio mio, sono confusa, confesso però che anche solo un metro quadro dalle tue parti, sarebbe sempre meglio di quaggiù...Mi sto allargando troppo eh? Sono una gran sfacciata... Certo che se si potesse avere qualche centimetro quadrato in più sarebbe meglio, temo di aver ripeso i kiletti persi in palestra...chi ci sta andando più!
Fammi sapere per i centimetri...diversamente devo tornare in palestra! Sigh!

Eva Prunella Grandiflora ha detto...

1m² in Svitolandia è molto relativo...credi se fosse un effettivo m² avrei un paio di cosine da ridire anch'io.

Non sei affatto sfacciata, anche per me venire da te sarebbe meglio che stare qui.

Ma se io vengo da te e tu da me...non ci incontriamo...

ho un'idea! ci vediamo a Svitolandia? Quando vuoi!

teoderica ha detto...

Quando arriverà il tempo per una nuova vita......sentirai struggente la mancanza dei due in subaffitto.....perchè allora potrai essere solo svitolandia....ma svitolandia è bella solo se ha anche la parte che le manca e cioè coerentia, e davvero non c' è forza maggiore di un figlio per tenerti incollata alla terra......perchè volare stanca, un artista ( Roberto Cuoghi) che a me piace dice...."tutto prima o poi annoia" io aggiungo "tranne i figli"
Un beso.
Mi piace molto come scrivi ....ironia romantica.
Un besissimo.

Eva Prunella Grandiflora ha detto...

impressionante come tu riesca a leggere con gli occhi della mente. E' esattamente come dici tu.
Ma io non credo che questa vita sia la mia prima e ultima.
Svitolandia è solo una coperta che mi riscalda dal freddo di certi giorni.
Grazie per essere il bianco che contrasta il mio nero.
un abbraccio (sul serio)

Miriam ha detto...

Incontrarsi a Svitolandia sarebbe un sogno...
Buon fine domenica!

Eva Prunella Grandiflora ha detto...

I sogno sono l'unica cosa di cui non ci si debba preoccupare.
Un abbraccio