venerdì 14 agosto 2009

Le strade

Le strade, dove vivo io, sono tutte della regina di cuori e io per mia natura sono stata sempre tutto tranne che regina. Sono stata fantessa di cuori, nei giorni del leone, sono stata giullare, pagliaccio e menestrello (e ancora lo sono, mio lieto malgrado) sono stata strega e lillipuziana, ma mai, MAI regina di cuori.
In questi giorni mi sento molto Alice, sotto forma di un variopinto coniglio bianco del Cheshire, e per questo non vi posso indicare la via, perchè non la conosco nemmeno io.

Credetemi essere persa nel bosco delle stravaganze è una condizione che ormai mi piace quasi, disorientata e deliziosamente stordita.

Mi chiedo soltanto una cosa: perchè la regina di cuori è sempre così meschina? Ogni volta che le rivolgo la parola mi tratta come se fossi appena uscita da una clinica psichiatrica...non posso permettermi di avere mal di testa o mal di pancia, che sto somatizzando, non posso mettermi le calze o peggio, metterle a mia figlia che "la trasformo in una pianta da serra", non posso avere spazio per le mie cose nella mia casa...

La regina di cuori in realtà altro non è che una suocera impicciona (nb. ogni riferimento a cose, bestiacce e persone è casualmente voluto ma molto probabilmente non reale).



E' inutile che ti arrabbi sai..."maestà"! Ci sono talmente tante cose che conosco e ho già visto in altri film dell'orrore, ma in ognuno di essi c'era sempre una regina di cuori che mi metteva i bastoni tra le ruote e uno dei suoi figli cretini (brutta copia di pinco panco e panco pinco) a darle corda.
Ma alla fine dove portano queste benedette strade? Credo che la realtà della vita non sia poi tanto diversa dalla follia della finzione. Le strade portano dove tu vuoi andare, quindi per sapere dove stai andando, devi prima conoscere quello che vuoi fare, ciò che vuoi essere.
Io voglio solo essere una brava persona, e credimi, se ti dico che non è così facile.
Per la prima volta in questo libro, ho osato rispondere ad un attacco, ma nonostante tutto la vendetta è agrodolce.
Forse la realtà è che non sono mai stata un'Alice ma sono sempre stata stregatto...
sempre pronta a svanire sul più bello. Ora però sono ricomparsa e sono diventata tutta di un pezzo, anche se si tratta di un pezzo sempre un po' pazzo. Questa volta non sparirò né un po' alla volta né in un colpo solo.
Ho indossato le scarpette argento di Dorothy e ho battuto i tacchi tre volte...

PS:Vi prego se quando diventerò una suocera sarò invadente, ignorante, possessiva, meschina, e se tormenterò mio genero (o nuora...O_o) con commenti maligni e ripicche sparatemi!

PPS: immagini © Disney - non utilizzabili a fini commerciali. Images © Disney - not to be used for commercial purpose.