giovedì 30 maggio 2013

CIRCO SOLA ANDATA - Lo chiamano così ma noi sappiamo che è solo la solita copertura...

Solito guarda la sua faccia nello specchio e fa le smorfie, sorride e poi piange, per un attimo ha gli occhi sognanti e poi si guarda in cagnesco.
La vita di un clown a volte ha risvolti imprevisti e frizzanti, a volte è soltanto morbida e calda come la schiuma sul cappuccino.

"Mia madre non ha capito un bel niente a chiamarmi Solito...avrebbe dovuto chiamarmi Strano, oppure Inusuale...ecco sì, Inusuale, quello sarebbe stato un nome da ricordare..."
con questi pensieri scolpiti in testa Solito si veste.

Vestirsi per un pagliaccio è quasi un rito, ogni pezzo del suo costume ha un significato, una ragione di esistere.

Non tutti possono affermare con orgoglio di avere una ragione.
A volte le ragioni vengono portate via, a volte non si ha mai avuto il coraggio o la pazienza di cercarne una, a volte non se ne ha la forza.

Una ragione di vivere stanca e ci rende deboli vulnerabili.
Quando si ha qualcosa o qualcuno per cui vivere si ha, automaticamente, anche qualcosa o qualcuno per cui morire.

A questo pensa Solito mentre si veste, lentamente, con movimenti misurati.

I suoi occhi riflessi nello specchio non guardano più la propria immagine ormai, guardano una foto nella sua mente: Solito guarda un bambino biondo, a testolina ricoperta di riccioli, sta soffiando sulle candeline di una torta di compleanno, la polaroid è ormai sbiadita e non si vede più quante sono le candeline, forse quattro.

I pensieri volano via quando Solito indossa il suo naso rosso sulla faccia dipinta di bianco, una bocca troppo grande fa un sorriso ma gli occhi non ridono con lei.

Ogni sera quando scende in pista Solito incomincia il suo numero facendo finta di volare.
Tutti ridono perchè solito ha un'espressione contrita, concentrata, tutti pensano "come è bravo a fare finta di crederci davvero!!!..." ma non lo sanno che lui vuole crederci, che ci prova con tutto se stesso a volare, ogni sera.

Lasciare il suolo sotto di te e vederlo sparire sotto una fitta coltre di nuvole.

Al centro del manifesto si vede il tendone del circo una giraffa e un leone che ruggisce e in un angolo c'è Solito che tiene uno striscione con la scritta 'GRANDE SPETTACOLO CIRCO SOLA ANDATA'.

Lo chiamano così ma noi sappiamo che è solo la solita copertura:

Solito nome per la vita.

Nessun commento: